lunedì 29 ottobre 2018

andiamo a scoprire le fisarmoniche marchigiane.

L'Italia è bella lo sappiamo, è bella anche perchè noi italiani siamo bravi a fare le cose e quando le facciamo bene è un tripudio.
In Italia è bello gironzolare, sono belle le città d'arte,  i castelli, le chiese, ma è bello vagare perché anche nei piccoli borghi scopri delle chicche.
domani andiamo a Mio figlio ha iniziato la scuola secondaria di primo grado, le scuole medie per capirci, l'insegnante di musica ha proposto agli studenti  alcuni strumenti musicali, lui ha scelto la tastiera.
Per il primo periodo ci hanno imprestato una tastiera, quando l'ha aperta la prima volta gli occhi di tutta la famiglia sono stati catturati dalla marca: FARFISA.
In un istante siamo tornati a Camerano, nelle Marche, il paese con la copia di se stesso nel sottosuolo di cui ho parlato qui.

domani andiamo a Quando siamo stati a ritirare i biglietti per visitare le grotte, ci hanno informati che nella visita era compreso l'accesso alla mostra dedicata a  FARFISA, (FAbbriche Riunite FISArmoniche) fabbrica conosciuta a livello mondiale nata dalla fusione di 3 aziende, una di Catelfidardo, definita citta' della musica e delle fisarmoniche, una di Camerano e una di Numana.
Questa azienda nata nel 1946 è cresciuta sempre più, alla produzione delle fisarmoniche ha affiancato quella delle fonovaligie (giradischi) degli amplificatori, dei televisori, persino dei citofoni, ma soprattutto è stata la parima impresa al mondo a produrre in serie oragani elettronici.
Questo marchio tutto italiano ha riscosso successo in tutto il mondo i suoi orgnai sono stati scelti e suonati da mostri sacri della musica ad esmpio i Led Zeppelin, i Genesis, The Doors, Elton John e molti altri ancora, è possibile vedere anche l'organo compact duo utilizzato dai Pink Floid durante il live a Pompei del 1971.
domani andiamo a La Farfisa è stata anche produttrice di pianoforti, prima su licenza della Karl Otto e W. Offman ed in seguito con marchio proprio.
Purtroppo la concorrenza, la crisi, fronteggiata anche con vari cambiamenti e diversificazioni o con la cessione di linee di produzione, hanno portato alla chiusura definitiva di una realtà importante.
A Camerano questa storia è raccontata in una mostra, sono esposti vari pezzi prodotti dalla Farfisa negli anni, una piacevole scoperta e vale la pena fare un giro, da abbinare ad una visita alle grotte.
domani andiamo a Anche Castelfidardo è una meta da considerare quando si è in zona, dista circa una decina di km da Camerano, qui ci sono botteghe artigianali che producono fisarmoniche oltre al Museo della fisarmonica, purtroppo non sono in grado di fornire ulteriori dettagli perchè il momento  che avevamo pensato di dedicare alla sua soperta non è stato quello giusto, appena arrivati alle porte della cittadina si è scatenato un temporale impressionante, di quelli in cui le gocce arrivano da ogni dove, anche dal basso verso l'alto,  che ci ha impedito di scendere dall'auto e purtroppo si trattava del nostro ultimo giorno nelle Marche.
domani andiamo a






4 commenti:

  1. Che articolo interessante. E' sempre visto suonare la fisarmonica e mi entusiasma molto, non ho mai avuto il piacere di suonarla però.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vai nelle Marche o sei di passaggio programma un giro a Castelfidardo e o a Camerano, magari oltre a scoprirne la storia puoi provarne una 😉

      Elimina
  2. Abito nelle Marche... Spero presto di visitare questo museo magari abbinandolo alle Grotte di Camerano. Mi hai dato un'ottima idea! Grazie

    RispondiElimina
  3. Le grotte sono magiche e le fisarmoniche affascinanti, vale la gita. Se sei in zona segui i canali ufficiali delle grotte, organizzano diversi spettacoli e serate all'interno delle grotte che credo siano unici nel loro genere...peccato io sia troppo distante.

    RispondiElimina

domani andiamo a ...Paestum

Tempio di Atena - Pestum Paestum, area archeologica Durante le vacanze in Cilento   ci siamo regalati una serata al Parco Archeologico...

post più popolari