martedì 26 maggio 2015

Aria di ferie - le Marche

È ora di pensare seriamente alle ferie estive, molti avranno già prenotato, ma c'è sempre la possibilità di inserire la visita di un giorno oppure la sosta durante il viaggio.....già ma dove???

Per chi è diretto nelle Marche o li vicino ci sono diversi posti che vale la pena conoscere, in alcuni sono stata, in altri non ancora e rimangano parcheggiati nella valigia dei desideri.

Il mare di Sirolo 


Sirolo è un antico e caratteristico paesino nel Parco Naturale del Monte Conero, con piazza panoramica e un suggestivo centro, ma la cosa più sorprendente è la sua spiaggia SPIAGGIA URBANI.
Al contrario delle spiagge adriatiche che tutti immaginaimo , non è ampia e sabbiosa, ma di ciotoli bianchi che rendono l'acqua azzurra e cristallina.
La si raggiunge a piedi, dopo aver lasciato l'auto nel parcheggio a pagamento, oppure con l'autobus. Si scende lungo la pineta scoscesa, in cui ci si può riparare dal sole delle ore più calde ed attrezzata con tavolini e panche da pic nic, e si arriva alla spaiggia, libera o attrezzata secondo le preferenze.

Le grotte di Frasassi


Grotte di Frasassi
Cambiando totalemnte genere, una gita veramente affascinante da mettere assolutamente in calendario è quella alle Grotte di Frasassi. Sono nell'entroterra, a poco meno di un'ora di strada da Ancona. Il percorso è adatto anche a bambini piccoli, basta adottare un abbigliamento consono ai 14 °C che ci sono nella grotta in ogni periodo dell'anno.

Il percorso dura più di un ora, ma non è per nulla noiso anzi il suo fascino fa volare il tempo. www.frasassi.com
Nei dintorni delle grotte è possibile fare un pic-nic, c'è il parco giochi per i bambini, la bella abbazia di San Vittore a Genga.
Con un altra mezzoretta di viaggio è possibile raggiungere Fabriano, cittadina medievale nota per la lavorazione della carta. Anche questa noi non l'abbiamo mai visitata, ma rimane nella lista dei desideri.

A. Ferrazzi, Giacomo Leopardi, 1820 circa[1] [2], olio su tela, Recanati, Casa Leopardi
Recanati.


Recanati è stesa sulle colline ed è resa ancora più affascinante dalla "presenza" Giacomo Leopardi. Si può scoprire chi fosse e le sue opere visitando la biblioteca della sua famiglia o le varie mostre dedicate, ma anche sedendosi a meditare sulla panchina da cui trasse lispirazione per  scrivere L'infinito....e la torre de Il passero solitario.
Per decidere come impostare la propria visita a Recanati  è possibile visitare il sito www.giacomoleopardi.it, tenendo presente che è molto gradevole anche solo per una passeggiata che potrebbe proseguire a Loreto, che si trova ad una decina di km di distanza.
Loreto è famosa per il santuario eretto in seguito all'arrivo della casa abitata dalla famiglia della Vergine Maria a Nazzaret, quando lo visitai da bambina rimasi colpita perchè mi raccontarono che la casa era stata portata in volo dagli angeli. Senza addentrarsi in discussioni religiose ed ideologiche, anche Loreto è piacevole da visitare. Santuario Loreto

Ascoli Piceno
Qualche anno fa siamo stati anche ad Ascoli Piceno dove oltre alle ghiotte olive e ai vini acqustati in una nota cantina con il nome divertente VINI VELENOSI, abbiamo passeggiato in una gradevole città, la citta delle cento torri e visitato una delle più belle piazze d'Italia, il suo duomo, un antico caffè affaciato sulla piazza e dei piacevoli giardini. Di Ascoli è conosciuta anche la Quintana, antica giostra medioevale arricchita dalla presenza di sbandiaratori e rievocazione storica, m anon sono riuscita a reperire informazioni relative all'edizione 2015....che non la facciano ? boh www.quintanadiascoli.it 



La mia non vuole essere una lezione sulle Marche, ma solo uno spunto per conoscere, anche attraverso le esperienze altrui, nuovi posti e luoghi interessanti sarei pertanto lieta di ricevere suggerimenti e consigli....per far si che la mia lista dei desideri non si esaurisca mai.

Delle Marche metto nella lista  Macerata e il suo Sferisterio, Urbino (che ho visitato da piccola, ma non ricordo) e altre mille cose come le Grotte di Camerano, Fabriano e poi vedro'.....

venerdì 1 maggio 2015

FESTA CELTICA di BELTANE



Festa celtica di BeltaneAnche se il tempo di questo primo maggio non era proprio sfavillante abbiamo deciso di fare un giro pomeridiano alla FESTA CELTICA DI BELTANE Beltane a Messerano, in provincia di Biella. PROGRAMMA FESTA CELTICA
La manifestazione si svolge in un grande prato in un luogo isolato che si raggiunge facilemnte seguendo le indicazioni posizionate lungo la strada.
Arrivati al parcheggio, si lascia l'auto ed un bus navetta gratuito conduce fino all'ingresso del parco arcobaleno…...che dista dal parcheggio circa 2.5 km percorribili anche a piedi.
Scesi dal bus si trova subito la biglietteria, l'ingresso costa 5 € a persona di età superiore ai 10 anni e volendo è possibile campeggiare pagando altri 5 € al giorno,  dopo una piccola passeggiata si inizia a sentire la musica delle cornamuse, ad incontrare gente in costume, sembra quasi di aver fatto un salto indietro nel tempo.



Lungo il viale principale si snoda un mercatino di bancarelle a tema, alle spalle del mercatino c'è il palco per le varie esibizioni e la zona ristoro, sul lato opposto ci sono gli “accampamenti” dei vari gruppi di ricostruzione storica, in cui è possibile assistere o partecipare attivamente alle varie attività previste nell'arco dei tre giorni.

C'è anche un  padiglione in legno in cui si svolgono conferenze e all'interno all'area si trovano in vari cartelloni con il porgramma dettagliato delle giornate suddivise per tipologia di evento.

Druido
Noi abbiamo passeggiato incuriositi in tutta l'area attratti dagli abbigliamenti particolari, dai suoni, dai riti svolti dai vari gruppi, avremmo voluto provare il tiro con l'arco, ma c'era una bella coda da fare, così ci siamo spostati al padiglione conferenze ad ascoltare un interessante racconto sulle figure magiche pagane, abbiamo fatto merenda nella zona ristoro, abbiamo esplorato l'altare del fuoco, il labirinto, l'altare dell'aria, abbiamo assistiro allo svolgimento di antichi giochi e danze insomma ci siamo piacevolmente immersi in questa rievocazione.
Dopo un paio di ore siamo tornati alla biglietteria dove è arrivata con noi la navetta che ci ha ricondotti nel 2015.
La manifestazione prosegue anche domani e domenica 3 maggio, il programma è ricco e variegato, merita un giretto. La Stampa

domani andiamo a ...Paestum

Tempio di Atena - Pestum Paestum, area archeologica Durante le vacanze in Cilento   ci siamo regalati una serata al Parco Archeologico...

post più popolari