Post

andiamo a scoprire l'aceto balsamico tradizionale

Immagine
Spilamberto, provincia di Modena è la sede del Museo dell' Aceto Balsamico Tradizionale, tutti conosciamo l'aceto balsamico, è famoso in tutto il mondo, in questo luogo si ha modo di conoscere quello TRADIZIONALE di modena. La differenza c'è e direi che si sente, con il termine tradizionale si identifica un prodotto realizzzato secondo un severo protocollo che rispetta l'antichissima tradizione, utilizzando il mosto cotto delle uve locali, con l'ausilio una "batteria" di botti per l'invecchiamento, tanta pazienza e con le conoscenze tramandate dal passato. Il museo condivide la sede con la Consorteria associazione culturale nata allo scopo di sostenere, valorizzare, tramandare e promuovere la produzione dell'Aceto Balsamico Tradizionale, tradizione molto sentita e viva in questa terra. La sede è a Villa Fabriani, antica dimora di una famiglia locale che ha tra i discendenti Pio Pacifico grazie al quale oggi conosciamo il "metodo" di pro…

Domani andiamo a Candelo in Fiore 2018

Immagine
Candelo in fiore è una scusa che ci viene fornita ogni due anni per visitare, conoscere o scopriere uno dei borghi medievali più belli d'Italia, per l'occasione vestito, anzi fiorito, a festa.  Siamo in provincia di Biella, il cuore del paese di Candelo è rimasto quasi immutato nel tempo così, protette dalle mura in pietra e dalle torri, si sono conservate le duecento "cantine" che un tempo servivano a tenere al sicuro foraggi, vini, scorte alimentari ed eventualmente persone, da attacchi nemici, mentre ora hanno scopo più conviale come "tavernette" private o sede di associazioni locali con eccezione di qualche negozio e due ristoranti, Il torchio  qui citato e La taverna del ricetto, purtroppo non li ho provati quindi non posso fornire maggiori dettagli.
La bellezza e l'unicita' di questo luogo sono e tali da essere stato più volte scelto come set cinematografico, io ho individuato le due edizioni de "La freccia Nera"(nel 1968 con Loretta …

andiamo a Lucca

Immagine
Qualsiasi scusa è buona per scegliere questa città,  una gita, un ponte di primavera, l'amore per la musica, per i fumetti...infatti raccoglie, racchiude, accoglie e offre tutto questo.
Noi ci siamo stati parecchi anni fa, di ritorno dalle vacanze in maremma ci siamo fermati un paio di giorni sulla costa, vicino a Viareggio, proprio per poterla visitare, all'epoca avevamo una figlia sola ed era piccola, quella fascia di eta' faticosa in cui non usano più il passeggino, ma fanno ancora fatica a camminare a lungo e la scelta di scoprire Lucca è stata in parte suggerita da una rivista che proproneva di girarla in bicicletta.
Lasciato il campeggio sul mare, con le biciclette sul tetto della macchina, ci siamo lanciati alla cicloscoperta della città, i 4 km di cinta muraria che circondano il centro strorico oltre ad essere uniche e ben conservate sono bellissime da percorrere, offrono un punto di vista insolito ed è un  luogo adatto anche ai più piccoli con molto verde, angoli …

andiamo al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci

Immagine
Finalmente ci siamo riusciti!!!!! questa gita era tra i "Domani andiamo a .." da molto, moltissimo tempo, ma non riusciva mai a concretizzarsi, fino alla fredda domenica di febbraio in cui siamo partiti alla volta di Milano. l'abbiamo raggiunta in auto, fino a Molino Dorino e di li abbiamo proseguito con la metro (i treni da noi non sono molto comodi, purtroppo). Cosa posso dire di questo museo....andate a visitarlo, prendetevi del tempo e non abbiate timore di portare i bambini.  Io ci ero stata in gita di quarta elementare, da allora è cambiato parecchio, lo hanno svecchiato tantissimo, si può guardare, toccare, provare, interagire e facendo tutto cio si imparano un sacco di cose o si piantano germi di curiosità nella testa dei più piccini. Come dicevo il museo è davvero grande, noi siamo entrati alle 13.00 ( come si suol dire, gia mangiati) e siamo usciti alle 17.30 sfiniti e non avendo finito, ma c'era ancora il viaggio di ritorno da affrontare. Le tematiche tocca…

Aria di ferie: andiamo in Puglia

Immagine
Sento in giro gente che parla di ferie, vedo post che publicizzano resort, appartamenti, campeggi, ricevo mail a tema, insomma è ora di iniziare a pensare alle ferie estive. Io non sono una solerte prenotratrice, apprezzo l'improvissazione, ma ammetto che mi muovo anche in periodi che lo consentono...bando alle ciance, se urge prenotare, guardiamoci intorno.  Oggi ho scelto la Puglia, negli ulimi anni ci sono stata per ben tre volte, non consecutive, ultimamente è una meta molto amata e diciamocelo, se lo merita.  Della Puglia posso dire un gran bene, sperando di fornire suggerimenti a chi fosse interessato a questa magica regione, noi  (carovana di due famiglie con figli ) il primo anno abbiamo scelto la meta più lontana, della serie più giù non si può, alloggiavamo infatti a Gagliano del Capo  "Santa Maria di Leuca" presso il  camping omonimo  www.campingsmleuca.com in cui ci siamo trovati benissimo, certo non è sul mare,  ma il nostro programma prevedeva una spiaggia…

e' quasi Sant'Orso andiamo ad Aosta

Immagine
....ci siamo è quasi giunto il tempo della famosissima esposizione artigianale valdostana, di cui abbiamo gia parlato la fiera di sant'orso.

Nell'attesa  oggi e domani a Donnas, come ogni terza domenica del mese di Gennaio si svolge la medesima festa in versione ridotta.
L'ho sempre solo vista passando per andare o tornare dalle piste da sci, domani spero di riuscire ad andare qui si trova qualche informazione Donnas e anche qui certina a programma.

Sempre un po' di informazioni utili si trovano qanche qui:

www.fieradisantorso.it/
Programma


andiamo in montagna... e se piove?

Immagine
Nelle vacanze di Natale, siamo stati invitati in montagna, a La Salle in Valle d'Aosta, a trascorrere due giorni in compagnia sulla neve...in effetti la neve e la compagnia li abbiamo trovati, insieme ad una bella casetta ristrutturata in modo accogliente, quello che non avevamo immaginato di trovare è la pioggia. Solo noi possiamo avere l'immensa fortuna di trascorrere due giorni a pochi passi da Courmayeur il 3 e il 4 di gennaio, sotto il diluvio universsale, ha davvero dell'incredibile. Ma le vacanze sono vacanze, lunghe o corte che siano, con il sole o con la pioggia, vanno bene comunque. Archiviati i progetti di sci, bob, ciaspole, passeggiate in candide distese abbiamo potuto apprezzare lo splendido palazzetto dello sport di Courmayeur e tra le numerose opportunità che offre abbiamo scelto il pattinaggio, la pista è davvero grande anche se un po' affollata dagli sciatori mancati, qui i nostri ragazzi hanno potuto pattinare per più di tre ore, noi abbiamo resistito …